Prof.

MIRAGOLI MICHELE

Ricercatore a tempo determinato
Via Gramsci, 14 43126 PARMA
Settore scientifico disciplinare:
SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE (MED/50)
  • Presentazione
  • Orario di ricevimento
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

Dr. Michele Miragoli è ricercatore a tempo determinato RTDb presso il dipartimento di Medicina e Chirurgia dell'Università di Parma e group leader in nanofisiologia cardiaca presso l'Istituto Clinico Humanitas. Al momento è ricercatore onorario per l'Imperial College di Londra e per l'istituto di ricerca genetica e biomedica del CNR. Laureato in Scienze Biologiche all'Università di Parma ha completato il corso di studi di dottorato in Fisiopatologia sistemica. Dopodiché ha ottenuto una borsa postdottorato presso L'Istituto di Fisiologia dell' Università di Berna (2003-2008) studiando e applicando la tecnica dell'optical mapping del potenziale transmembranario per lo studio dei meccanismi aritmici cardiaci e il ruolo patogeno dei fibroblasti. Nel Marzo 2008 è passato all Imperial College di Londra (Wellcome Trust) per combinare lo studio di microscopia ionica a conduttanza con l'optical mapping in modo da uniformare le modifiche strutturali dei microdomini di membrana con le caratteristiche bioelettriche cellulari. Questo ha permesso di aprire nuovi orizzonti nello studio della nanomedicina cardiaca soprattutto per quanto riguarda l'interazione nanoparticella-membrana cellulare. Nel 2011, Dr. Miragoli rientra a Parma grazie al Grant Giovani ricercatori del Ministero della Salute, che ha permesso di attivare il suo gruppo di ricerca presso il Dipartimento di Medicina. Nel contempo, ha attivato un secondo gruppo di ricerca all' Istituto Clinico Humanitas IRCCS di Milano.

PUBBLICAZIONI: un brevetto, 3 capitoli di testo e 50 articoli peer-reviewed su riviste internazionali quali : Science, Science Translational Medicine, PNAS, Nature Communication, Cell Reports, Circulation, Circulation Research, Hepatology, Nanoletters, Particle and Fibers Tox., Nanomedicine, Royal Society of Interface, etc.
H index: 22 (Google Scholar)
Citazioni: > 2500
I.F medio 7.42

PREMI
2009: Italian Young Investigator Research Prize, Società Italiana di Ricerche Cardiovascolari
2008: Swiss Cardiovascular Biology Prize, Premio giovane ricercatore, Società Svizzera di Cardiologia
2007: Best Poster Competition, Tissue Level, Gordon Research Conference, Cardiac Arrhythmia Mechanisms, Ventura, California (USA).
2004: Premio Asher-Hess Prize, giovane ricercatore, Riunione annual società svizzera di fisiologia, Fribourg, Switzerland.

CONVEGNI: Relatore e moderatore di diversi meeting nazionali internazionali tra cui American Heart Association, Biophysical Society, European Society of Cardiology, Gordon Research Conference, etc.

MEMBRO DELLE SEGUENTI SOCIETA' SCIENTIFICHE:
1) British Heart Foundation Center of Research Excellence, UK. 2) Swiss Physiological Society. 3) Italian Society of Cardiovascular Research. 4) European Society of Cardiology, WG in Cardiac Cellular Electrophysiology. 5) European Society of Cardiology, WG in Myocardial Function. 6) Italian Society of Experimental Biology.

ATTIVITA DI REVISORE:
2014-: Review board at the ETH Grant Reviewers Committee – Zurigo, Svizzera.
2014: Guest editor activity: Biomed Research International Journal
2013-: Editorial board per la rivista: Frontiers of Cardiovascular Physiology Journals
2011-present: Revisore per le riviste: Nano Letters, Cell Death and Disease (NPG), Bioinspired, Biomimetic and Nanobiomaterials, PLoS One, Journal of Chronobiology International, Cardiovascular Research (ESC), Circulation Research, American Journal of Physiology, Scientific Reports

GRANTS: Horizon 2020, FP7, Ministero della Salute, Wellcome Trusts, PRIN, Progetti Bandiera Nanomax

Da concordare con il docente previo appuntamento telefonico

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Altri Incarichi

visiting professor

 Dept. of Information Technology and Electrical Engineering  at ETH Zurich, Switzerland

host Dr. Tomaso Zambelli

PhD

Honorary Research Associate at NHLI Imperial College London (UK)

 

Honorary Research Associate at CNR - IRGB (IT)

 

Research Assocaite at Humanitas Clinical and Research Center (IT)

Linee di ricerca

Il nostro interesse è focalizzato sui meccanismi aritmici , ed eventuali terapie , includendo uno sviluppo medico tecnologico personalizzato per il paziente. Il cuore malato possiede modificazioni che cominciano a livello nanometrico, le quali alterano la fisiologia del microdominio subcellulare. Pensiamo che un approccio di tipo nanometrico, utilizzando nanomateriali ingegnerizzati e funzionalizzati ad hoc, potrebbe essere la soluzione per andare specificatamente a contrastare le patologie cardiache. Il laboratorio possiede le tecnologie di ultima generazione, per sperimentazione elettrofisiolofgica in-vitro quali: stampa 4D , optogenetica, laser-capture dissection, scanning ion conductance microscopy, non-linear imaging, citofluorimetro ed in-vivo quali la combinazione di mappaggio elettrico ad alta risoluzione spaziale e temporale (MUX), acquisizione video dei parametri cinematici cardiaci (ViKiE) e sistema diodi per stimolazione luminosa (OPTOCardio). PRINCIPALI LINEE DI RICERCA Interazione tra nanoparticelle derivanti dall'inquinamento atmosferico e tessuto cardiaco. Abbiamo dimostrato che in base alla natura fisicochimica, nanoparticelle inalate possono passare la barriera alveolo polmonare ed arrivare direttamente al cuore esercitando un effetto pro-aritmico. Ad oggi studiamo il problema a livello di cronicità e interazione con altre patologie cardiache includendo modelli 3D in-vitro per studiare la diffusione delle nanoparticelle. Nanomedicina cardiaca per drug delivery: raggiungere il cuore tramite inalazione. Questo progetto è l'altra faccia della medaglia, ovvero utilizzare la stessa via di somministrazione delle nanoparticelle inquinanti per veicolare, tramite nanomateriale ingegnerizzato farmaci cardiospecifici (miRNA o aptameri). Questo è possibile manipolando le caratteristiche fisicochimiche e la dose del nano particolato. www.cupidoproject.eu Interazione tra nanomateriale e tessuto infartuato per una terapia anti aritmica. Lo scopo è quello d ridurre le aritmie post infarto applicando una patch biocompatibile che contenga nano materiale atto ad integrarsi con il tessuto malato presente nell'infarto del miocardio. Questo progetto spazia tra la fisica dei nanomateriali, la biologia, medicina, modelli matematici tossicologia e fisiologia. Nuova metodica per misurare parametri cinematici tramite video ad alta risoluzione spaziale e temporale E' stata sviluppata interamente nel nostro laboratorio una nuova metodica , per studiare i parametri cinematici di un tessuto cardiaco in modo non invasivo. Il sistema ViKiE è basato su computer vision technology, in grado di registrare un video di un tessuto battente e seguendo le traiettorie di un marker virtuale localizzato, ne analizza velocità di contrazione, forza ed energia. Tutto ciò grazie ad un algoritmo che ne elabora le equazione Hamiltoniane classiche. Il progetto prevede di rendere la tecnologia più semplice ed efficace, includendo la 3D computer vision e allineando ViKiE con le tecniche gold-standard.

Ultime pubblicazioni:

Orcid

https://orcid.org/0000-0002-4058-4368

Contatti

Telefono
903256
Ubicazione dell'ufficio

Via Gramsci 14,

Padiglione 27, Traversa 2C

43124 Parma (IT)