Prof.

LASAGNI Andrea

Professore di II fascia
Via J. Kennedy, 6 43125 PARMA
Settore scientifico disciplinare:
ECONOMIA APPLICATA (SECS-P/06)
  • Presentazione
  • Curriculum Vitae
  • Orario di ricevimento
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

Andrea Lasagni è Professore associato di Economia presso il Dipartimento di Economia e Management dell'Università di Parma. La sua attività di ricerca è legata allo studio dell'eterogeneità delle imprese, all'analisi della crescita delle imprese, all'imprenditorialità degli immigrati, ai beni immateriali e alle performance delle imprese.

DATI PERSONALI Nato a Reggio Emilia 11/06/1970, coniugato con 1 figlio.

Residenza: Via Kennedy, 30 - 42025 Cavriago (RE)

Contatti: ufficio UNIPR tel. 0521.032448 E-mail: andrea.lasagni@unipr.it

Lingue conosciute: inglese e francese di base

STUDI UNIVERSITARI E QUALIFICAZIONE POST LAUREA Dottorato di Ricerca in Economia Politica presso Università di Pavia conseguito nel 2006 con una tesi intitolata “Produttività totale dei fattori e sviluppo economico. Un’analisi empirica a livello internazionale”. Laurea in Economia e Commercio conseguita nel 1996 presso l'Università degli Studi di Parma. Titolo della tesi di Laurea: “Competitività di prezzo e ciclo economico nella specializzazione dell’interscambio UE-PECO con una verifica econometrica per l’Italia”. Relatore: prof. Gilberto Seravalli. Correlatore: prof. Fabio Sdogati. Master of Arts in International Economics presso University of Sussex (Brighton, Regno Unito) conseguito nel 1999. Titolo della dissertation di Master: “Estimating the trade effects of European Union anti-dumping policy”. Supervisor: prof. Peter Holmes. Partecipazione alla Scuola Estiva di Econometria (corso avanzato) nell’edizione dell’anno 2000, presso il Centro di Bertinoro (FO) con lezioni seminariali tenute da Ariel Pakes (Harvard University), John Rust (Yale University), Cheng Hsiao (University of Southern California) e Amman Ullah (University of California).

ATTIVITÀ DI RICERCA E PUBBLICAZIONI Interessi di ricerca: 1) anni 1996-2002: analisi dei flussi di commercio internazionale e anti-dumping e politiche commerciali non-tariffarie Dopo la discussione della tesi di laurea, ho iniziato la collaborazione con i proff. Fabio Sdogati e Salvatore Baldone del Dipartimento di Economia e Produzione presso il Politecnico di Milano per lo sviluppo delle ricerche sulle caratteristiche dei flussi di commercio internazionale per l’Italia e per i paesi dell’Unione Europea. Inoltre, mi sono occupato dell'aggiornamento della banca dati COM.INTERN. (Commercio Internazionale) messa a punto all’interno del Dipartimento stesso. Alcuni risultati sono illustrati nell’articolo “Analisi della dinamica dell’interscambio commerciale Italia-Polonia e Italia-Ungheria nel settore metalmeccanico, 1988-1995”, pubblicato all’interno dell’Osservatorio Economico di Europa Europe (a cura di Fabio Sdogati) n.2 1996, Edizioni Dedalo. Nel primo semestre del 1998 sono stato ospite del CERGE-EI (Centre for Economics Research and Graduate Education), istituto di ricerca dell’Accademia delle Scienze di Praga (Repubblica Ceca), grazie ad una borsa di studio/ricerca (fellowship) dell’Unione Europea (progetto Phare-Ace). L’obiettivo specifico della ricerca, la cui supervisione scientifica è affidata alla prof.ssa Alena Zemplinerova del CERGE-EI, è lo studio delle caratteristiche degli investimenti diretti esteri realizzati dalle imprese occidentali in Repubblica Ceca per valutare i possibili effetti di tale fenomeno sulla specializzazione commerciale del paese. Il rapporto di ricerca, è intitolato “A study on the correlation between the dynamics of foreign direct investment and emerging pattern of trade between the European Union and the Czech Republic”. 2) dal 2006: studi quantitativi sulle economie territoriali e misurazione di fenomeni socio-economici; la diffusione delle attività ICT in Italia: il rapporto con la struttura geografica del settore manifatturiero e il tema dell’imprenditorialità. Dal 1° Dicembre 2005 sono Ricercatore presso la Facoltà di Economia dell’Università di Parma. Ho iniziato a lavorare su temi di ricerca collegati allo sviluppo locale e al ruolo delle istituzioni (insieme a Fabio Sforzi) e sono impegnato in alcuni progetti di approfondimento sull’azione collettiva fra imprese insieme a Alessandro Arrighetti. Per l’area di ricerca ICT e territorio, i risultati del lavoro hanno trovato spazio nella pubblicazione “Agglomeration economies and employment growth: new evidence on Information Technology sector in Italy”, uscita all’interno della rivista internazionale Growth and Change nel mese di Giugno del 2011. 3) la crescita dimensionale delle imprese e il fenomeno delle high-growth firms in Italia; Il contributo del sottoscritto (sviluppato insieme a Alessandro Arrighetti) è stato indirizzato alla ricerca delle determinanti della probabilità che una impresa possa essere definita high-growth firm. Una prima linea di ricerca sul tema, si è concretizzata nel saggio “Assessing the determinants of fast-growth firms in Italy” (scritto insieme a insieme a A. Arrighetti), che è stato discusso all’interno del workshop internazionale “Understanding Firm Growth: Ratio Colloquium for Young Social Scientists” presso il Ratio Institute di Stoccolma nell’agosto del 2010. Successivamente, il saggio è stato incluso nella collana dei working papers del Dipartimento di Economia di Parma. Sugli stessi temi, è stata sviluppata una iniziativa costituita da un PROTOCOLLO DI RICERCA firmato dal Dipartimento di Economia e ISTAT, per collaborazione sul tema “Analisi dei fattori influenti sulla probabilità che una impresa sia ad alta crescita”. I risultati del protocollo saranno sviluppati nel corso degli anni 2012-2013. Infine, alla tematica crescita dimensionale è collegato anche un ulteriore studio realizzato in collaborazione con A. Arrighetti e con D. Ballanti e A. Cacciamani (Società per gli studi di Settore Spa - SOSE). Il saggio intitolato “Gibrat rejected: high growth in small manufacturing firms” ha l’obiettivo di indagare le determinati della crescita accelerata delle imprese manifatturiere di piccole dimensioni. 4) gli investimenti in risorse intangibili (intangible assets) per le imprese manifatturiere in Italia. In questo caso il lavoro di ricerca si è mosso all’interno della letteratura che considera le risorse interne alle imprese manifatturiere, con particolare riferimento alle risorse intangibili (intangible assets). Le risorse intangibili possono essere come lo stock di risorse immateriali che può essere utilizzato nel processo produttivo delle imprese e spesso è necessario per la creazione e la vendita di nuovi prodotti o processi. In un approfondimento di carattere empirico (sviluppato con A. Arrighetti, e F. Landini) sono stati utilizzati i dati la banca dati AIDA-Bureau van Dijk collegata all'indagine sulle imprese manifatturiere di Capitalia-Unicredit,. Il saggio “Intangible Assets and Firms Heterogeneity: Evidence from Italy” è stato inviato per la pubblicazione alla rivista Research Policy.

ESPERIENZE DI DIDATTICA Nell’a.a. 2005-2006 mi è stato affidato l’insegnamento “Analisi dei dati territoriali” all’interno della Laurea Magistrale “Sviluppo locale, Cooperazione e Mercati Internazionali” presso la Facoltà di Economia dell’Università di Parma. Per gli a.a. 2008-09 e successivi, sono stato docente responsabile del corso “Istituzioni di Economia Politica I (60 ore) presso la Facoltà di Economia. Presto consenso all'utilizzo dei dati personali ai sensi della Legge 675/96.

MARTEDI' ore 9-11 - MARTEDI' ore 16-18

 

 

Anno accademico di espletamento: 2019/2020

Anno accademico di espletamento: 2018/2019

Anno accademico di espletamento: 2017/2018

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Anno accademico di espletamento: 2015/2016

Anno accademico di espletamento: 2014/2015

Anno accademico di espletamento: 2013/2014

Docente di riferimento

Altri Incarichi

Coordinatore Presidio di Qualità di Dipartimento (PQD)

Ultime pubblicazioni:

avvisi

MODIFICA RICEVIMENTO 19/11 e 26/11

A causa di altri impegni istituzionali, il ricevimento del prof. A. Lasagni previsto per ...

leggi tutto

NUOVO ORARIO DI RICEVIMENTO

Il prof. A. Lasagni comunica che dal 12 Novembre 2019 al 1 Marzo 2020 l'orario di ricevimento...

leggi tutto

Contatti

Telefono
032448
FAX

032402

Ubicazione dell'ufficio

Via Kennedy 6, Palazzina FEROLDI, Parma.