Prof.

FORLANI Gianfranco

Professore di I fascia
  • Curriculum Vitae
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

Si laurea in Ingegneria Civile presso il Politecnico di Milano nel 1984. Dottore di Ricerca in Scienze Geodetiche e Topografiche nel 1989 (tesi sulla ricerca di errori grossolani e i metodi robusti di stima). Per un anno lavora presso l'Istituto di Fotogrammetria dell'ETH di Zurigo ad un progetto sulla Triangolazione Aerea con determinazione dei centri di presa con GPS. Nel 1990 diviene ricercatore e nel 1992 professore associato nel gruppo Misure Meccaniche e Termiche presso il Politecnico di Milano. Tiene per compito sostitutivo gli insegnamenti di Topografia e Fotogrammetria. Segretario della Commissione I della Int. Society for Photogrammetry and Remote Sensing nel periodo 1992-1996. Dal novembre 1996 è inquadrato nel settore H05X e si trasferisce presso l'Università di Parma, dove tiene i corsi di Topografia e Fotogrammetria, afferendo al Dipartimento di Ingegneria Civile. Dichiarato idoneo ad un concorso per posti di professore di I^ fascia nel SSD ICAR/06 bandito dal Politecnico di Milano e il 30 dicembre 2004 è chiamato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Parma, dove prende servizio nella stessa data. Dal febbraio 2008 è confermato nel ruolo di professore ordinario.
Nel periodo 1992-1997 ha studiato procedure per la ricostruzione automatica o semi-automatica di superfici a partire da immagini digitali o digitalizzate, di calibrazione di scanner DTP e di estrazione di elementi cartografici da immagini aeree; dal 1997 al 2000 si è occupato prevalentemente di triangolazione aerea digitale automatica e di generazione automatica di DTM. Dal 2000 si interessa di metodi analitici per l’orientamento diretto dei fotogrammi in close range e di calibrazione di sistemi GPS/INS per la fotogrammetria aerea ed il mobile mapping. Dal 1999 al 2001 è stato membro della Commissione DTM e Ortofoto dell’Intesa Stato-Regioni per la definizione dei contenuti, delle procedure di acquisizione e delle norme di capitolato per la generazione di DTM e la produzione di ortofoto digitali alle scale 1:5000 e 1:10000. E’ stato incaricato dalla Regione Calabria, in collaborazione con altri docenti, della redazione del Capitolato Speciale d’Appalto per la formazione del nuovo Data Base Topografico e della Cartografia Numerica Regionale alla scala 1:5000. Nel corso degli anni 2002-2003 ha messo a punto e collaudato su strada una prima versione di un veicolo rilevatore dotato di 2 GPS e 2 telecamere digitali stereo, con precisioni verificate di 30-50 cm in posizionamento assoluto e 10 cm in relativo (restituzione fotogrammetrica stereo in un intorno di 15 m dal veicolo); il sistema è completato da un software di restituzione, appositamente sviluppato, con output su DB. In collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza si occupa inoltre di filtraggio e classificazione automatica di dati da laser a scansione per la produzione di DTM e l’estrazione e la ricostruzione automatica di edifici. Nel corso degli anni 2004-2009 si è occupato di rilievi cinematici con GPS e sistemi inerziali nel campo del rilievo stradale e dell’impiego del GPS come supporto alla georeferenziazione di blocchi fotogrammetrici terrestri, sia per l’aggiornamento di cartografia a grande scala sia, soprattutto, per la ricostruzione di superfici di pareti rocciose instabili ed il controllo periodico di movimenti del suolo o della evoluzione di ghiacciai. Dal 2009 si occupa principalmente di metodi di orientamento automatico di sequenze di immagini e algoritmi di matching feature-based e image-based; attualmente si occupa anche di orientamento e restituzione con prese multicamera oblique da aereo.

Ha stipulato tramite il Dipartimento convenzioni di ricerca o contratti di consulenza: con Ditte produttrici di software fotogrammetrico, per lo sviluppo di algoritmi di orientamento delle immagini e di registrazione di scansioni laser terrestri, per la calibrazione di sistemi di ripresa montati su veicoli rilevatori; con Enti pubblici, per la generazione automatica di modelli digitali del terreno, il controllo di frane con reti GPS, il rilievo con GPS di sezioni trasversali di corsi d’acqua, la formazione di reti tecniche GPS comunali e la determinazione di punti fiduciali, il rilievo laser a scansione aerotrasportato.
Ha partecipato ai tests “Digital aerial triangulation” e “Performance of tie point extraction”, organizzati congiuntamente dalla OEEPE e dalla ISPRS, sulla misura di punti segnalizzati in immagini aeree e sull’estrazione automatica di tie points ed al test OEEPE “Integrated Sensor Orientation” sulla determinazione dei parametri di orientamento esterno dei fotogrammi con dati GPS/IMU.
Ha partecipato quale partner scientifico ad un progetto finanziato dal Programma Regionale per la Ricerca Industriale, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico, per la realizzazione di un veicolo rilevatore.
Ha partecipato alle attività del gruppo coordinato dalla prof. Ferrero del Dipartimento nell’ambito del progetto europeo INTERREG III ALCOTRA Project n 23, ROCKSLIDETEC, Action B (2003-2007) per la sperimentazione di nuove tecniche di rilievo delle discontinuità in pareti rocciose ai fini dell’analisi di stabilità.
Ha partecipato alle attività del gruppo coordinato dalla prof. Ferrero del Dipartimento nell’ambito del progetto europeo INTERREG III B Alpine Space Project, ClimChAlp, WP6 (2006-2008) per la classificazione e sperimentazione di tecniche di rilievo degli spostamenti in pareti rocciose, con particolare riferimento agli effetti del climate change nelle regioni alpine, ai fini della valutazione e prevenzione del rischio.

E’ CoI per la ricostruzione fotogrammetrica stereo del gruppo di ricerca italiano coordinato dal dott. Cremonese dell'osservatorio astronominco di Padova, che ha sta realizzando la stereo-camera (STC) nel package SIMBIOSYS della missione ESA BepiColombo, con l'obiettivo di produrre il Modello Digitale della superficie del pianeta Mercurio.

Ha fatto parte del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Scienze Geodetiche e Topografiche con sede amministrativa presso il Politecnico di Milano. Dal 1999 fa parte del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Civile dell’Università degli Studi di Parma. E' coordinatore di questo dottorato per i cicli dal XXIII al XXVII.
E' stato tutore e relatore o correlatore di otto tesi di dottorato (6 presso il Politecnico di Milano, 2 presso l'Università di Parma).
E’ autore di 126 pubblicazioni scientifiche.

Anno accademico di espletamento: 2019/2020

Anno accademico di espletamento: 2018/2019

Anno accademico di espletamento: 2017/2018

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Anno accademico di espletamento: 2015/2016

Anno accademico di espletamento: 2014/2015

Docente di riferimento

Ultime pubblicazioni:

Contatti

Telefono
905934
FAX

905924