Prof.

GENCHI Marco

Professore di II fascia
Strada del Taglio, 10 43126 PARMA
  • Curriculum Vitae
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

Marco Genchi, Prof. Vet., PhD
Nato a Milano il 06/11/1972
Codice Fiscale: GNCMRC72S06F205U
Residente in Via Illirico 10 – 20133, Milano
marco.genchi@unipr.it
Tel. 0521032872
Cell. 3408644345

Qualifica: Professore Associato
Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, Università degli Studi di Parma
Area ministeriale: AREA MIN. 07 - Scienze agrarie e veterinarie
Settore SSD: Settore VET/06 - Parassitologia e Malattie Parassitarie degli Animali
Macro-settore concorsuale: 07/H - MEDICINA VETERINARIA
Settore concorsuale: 07/H3 - MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE DEGLI ANIMALI

1. Posizione accademica ed esperienza professionale

Il Prof. Marco Genchi ha conseguito la Laurea in Medicina Veterinaria presso l’Università degli Studi di Milano nel maggio 2004 con votazione 100/110. Nella 1a sessione dell’anno 2004 ha superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di Medico Veterinario.
Nel 2013 ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore di Seconda Fascia nel settore concorsuale 07/H3, Malattie Infettive e Parassitarie degli Animali, Bando 2012 (DD n. 222/2012).

Nel 2007 ha vinto una borsa di studio “Ingenio” del Fondo Sociale Europeo – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Regione Lombardia, come leader del gruppo di ricerca; obiettivi della ricerca: Sviluppo di metodi innovativi (PCR e sierologia) per la diagnostica di parassiti di interesse medico-veterinario ed agrario.

Nel 2008 ha vinto il concorso per il conferimento di un assegno di ricerca nell’ambito del progetto dal titolo “Echinococcosi cistica: genotipizzazione dei ceppi mediante sequenziamento di markers mitocondriali e determinazione dell’espressione di citochine mediante PCR real-time”, presso l’Istituto di Parassitologia del Dipartimento di Patologia Animale, Igiene e Sanità Pubblica Veterinaria (DIPAV), dell’Università degli Studi di Milano.

Nel 2008 ha conseguito il titolo di “Dottore di Ricerca”, presso il Dipartimento di Biologia Animale, Laboratorio di Parassitologia della Facoltà di Scienze MMFFNN di Pavia.

Dal 2008 al 2011 è stato assegnista presso il Dipartimento di Biologia Animale, Laboratorio di Parassitologia della Facoltà di Scienze MMFFNN di Pavia, nell’ambito dello studio ultrastrutturale tramite microscopia elettronica a trasmissione (TEM) di parassiti e di artropodi vettori di patologie di interesse medico e veterinario nell’ambito del progetto dal titolo “Le associazioni simbiotiche in artropodi di interesse sanitario“; in particolare: zecche del genere Ixodes, zanzare del genere Aedes ed Anopheles, cicaline del genere Scaphoideus e Hyalesthes, coccidi in ruminanti domestici e selvatici e nematodi filaridi; inoltre è stato responsabile della diagnostica parassitologica presso il Laboratorio di Parassitologia del Dipartimento.

Nel 2009 è stato nominato Cultore della materia di Parassitologia e Malattie Parassitarie, presso il Dipartimento di Biologia Animale dell’Università degli Studi di Pavia.

Dal 2011 al 2015 ha vinto due borse di studio presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna (IZSLER) “Bruno Albertini”, Sezione Diagnostica Provinciale di Pavia, nell’ambito del progetto di ricerca “Definizione del ruolo di reservoir per Francisella tularensis di alcune specie di Ixodidi e monitoraggio sulla circolazione di agenti patogeni trasmessi da zecche agli animali e all’uomo in Lombardia ed Emilia Romagna: istituzione di un servizio diagnostico rapido per la ricerca di patogeni da zecche asportate da pazienti umani ed animali” e “Valutazione del rischio di trasmissione di Toxoplasma gondii attraverso il consumo del prosciutto di Parma DOP”.
All’interno dell’IZSLER ha svolto inoltre attività di diagnosi parassitologica ed in qualità di referente tecnico ha partecipato ai Circuiti Interlaboratorio sulla Trichinellosi promossi dalla Regione Lombardia, organizzati dall’IZSLER.

Nel luglio 2014 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Tecnologia e Patologia delle Specie Avicole, del Coniglio e della Selvaggina, presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Milano, Università degli Studi di Milano.

Nel 2015 Prof. Marco Genchi è stato nominato, presso il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma, Ricercatore a tempo determinato di tipo B.
Dal 2016 è membro del Collegio Docenti del Dottorato di ricerca per il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie e della Commissione per la prova di ammissione al primo anno del corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Parma.

Nel 2018 Prof. Marco Genchi è stato nominato, presso il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma, Professore Associato

2. Attività didattica

Il Prof. Marco Genchi, dal 2005 al 2013, ha svolto esercitazioni teorico-pratiche e lezioni sulle tecniche di laboratorio in parassitologia agli studenti del corso di Medicina Veterinaria e del corso di Biotecnologie Veterinarie, Facoltà di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Patologia Animale, Igiene e Sanità Pubblica Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano e per gli studenti dei corsi in Parassitologia Biomedica e Parassitologia e Associazioni Simbiotiche presso il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Lazzaro Spallanzani” dell’Università degli Studi di Pavia. Il Prof. Genchi ha partecipato come membro effettivo alle Commissioni per gli esami di profitto in Parassitologia Biomedica e Parassitologia e Associazioni Simbiotiche nell’ambito del Corso di Laurea in Biologia sperimentale e applicata presso il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Lazzaro Spallanzani” dell’Università degli Studi di Pavia e ha fatto parte delle Commissioni di Laurea in qualità di Correlatore. Inoltre ha svolto attività tutoriale agli studenti nell’indirizzo allo studio ed alla preparazione degli esami di profitto, nonché di orientamento nella programmazione e nello svolgimento delle Tesi di Laurea del Corso di Laurea in Biologia sperimentale e applicata, della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Pavia.

Dal 2015 a tutt’oggi il Prof. Marco Genchi è titolare degli insegnamenti di Parassitologia e malattie parassitarie degli animali (6 CFU) e Gestione delle malattie parassitarie del cavallo (4 CFU) nel corso di laurea Scienze Zootecniche e Tecnologie delle Produzioni Animali (SZTPA) presso il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma.
Il Prof. Genchi negli AA accademici 16/17-17/18 ha tenuto lezioni all’interno del Master di II livello in Medicina Interna deli Animali da Compagnia e della Scuola di specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche. E’ membro delle Commissioni di Laurea in qualità di Relatore e Correlatore nel corso di laurea di Medicina Veterinaria, Scienze Zootecniche e Tecnologie delle Produzioni Animali e Dottorato di Ricerca, della Commissione Paritetica Docenti Studenti del Dipartimento e responsabile IRIS.

Il Prof. Genchi ha partecipato all’interno del Programma nazionale per la formazione continua degli operatori della Sanità (ECM) come relatore su invito a:
- Due edizioni del corso di formazione dal titolo: Zoonosi parassitarie alimentari: toxoplasmosi e trichinellosi. Corso tenutosi presso la ASL 7 Carbonia – Carbonia 16-17 giugno 2016.
- Giornata della ricerca in IZSLER: presentazione dei risultati delle principali ricerche correnti finanziate dal Ministero della Salute concluse nell'anno 2013. Corso tenutosi a IZSLER - via Cremona 284 – Brescia il 03 dicembre 2014.
- Ricerca di Trichinella nelle carni secondo Reg. CE2075:2005 in laboratori accreditati in conformità alla normativa UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005. Corso tenutosi a IZSLER – via Celoria 12 – Milano il 24 settembre 2013.
- Trichinella e accreditamento dei laboratori: stato dell’arte in regione Lombardia – applicazione del regolamento 2075/2005. Corso tenutosi a IZSLER - Strada Campeggi 59/61 – 27100 – Pavia il 18 aprile 2012.
- Malattie parassitarie e zoonosi del cane e del gatto. Corso tenutosi a IZSLER - Strada Campeggi 59/61 – 27100 – Pavia il 4 ottobre 2012.
- Progetti di ricerca recenti e futuri presso la struttura di Pavia. Corso tenutosi a IZSLER Strada Campeggi 59/61 – 27100 – Pavia il 6 giugno 2012.
- FAD-001 "Ectoparassiti e malattie connesse nel cane e nel gatto" www.pviformazione.it. Percorso di Formazione a Distanza (FAD), PVI-Formazione - Le Point Veterinaire Italie S.r.l. (2009)
- FAD-007 " I parassiti nell’allevamento bovino e bufalino nella prospettiva del veterinario aziendale. Summa Animali da Reddito " www.pviformazione.it. Percorso di Formazione a Distanza (FAD), PVI-Formazione - Le Point Veterinaire Italie S.r.l. (2015)

3. Attività scientifica

L’attività di ricerca del Prof. Marco Genchi è rivolta primariamente alla diagnosi, all’epidemiologia e alla patogenesi delle malattie parassitarie degli animali domestici. In particolare le malattie trasmesse da vettori, quali le dirofilariosi (Dirofilaria immitis, D. repens), in tutti i loro aspetti (epidemiologia, diagnosi, trattamento, controllo e zoonosi), hanno rappresentato e rappresentano il principale filone di ricerca come dimostrano le numerose pubblicazioni sull’argomento. Nel 2017 ha partecipato alla stesura delle linee guida e dei tutorials della European Society of Dirofilariosis and Angiostrongylosis (ESDA) riguardanti D. immitis, D. repens nel cane, gatto e uomo. Un secondo filone di ricerca molto importante è rappresentato dalle numerose ricerche su Toxoplasma gondii, sia sul piano delle infezioni sperimentali che su quello epidemiologico. Inoltre, il Prof. Genchi, ha studiato le associazioni endosimbiotiche batteriche tra Wolbachia e D. immitis sia nel cane che nel del gatto, contribuendo alla miglior comprensione della patogenesi della malattia e all’applicazione di nuove strategie per il suo controllo e terapia negli animali e nell’uomo. Sempre nell’ambito dello studio sugli endosimbionti, ha fatto parte del team di ricercatori che hanno messo in evidenza la presenza del batterio Asaia in zanzare del genere Aedes e Anopheles, noti vettori malarici, contribuendo alla pubblicazione di articoli riguardanti il possibile utilizzo di questo batterio nel controllo della malaria secondo il metodo della paratransgenesi. Infine ha collaborato alla descrizione di un nuovo batterio intramitocondriale, Midichloria mitochondrii, in zecche del genere Ixodes ricinus.
Negli ultimi anni si è interessato all’identificazione e al mantenimento in laboratorio di colonie di zecche appartenenti alla famiglia Ixodidae e ha collaborato con gli Spedali Civili di Brescia e il Policlinico San Matteo di Pavia per l’identificazione delle malattie trasmesse da zecche rinvenute su pazienti umani.
Il Prof. Genchi ha collaborato con diverse sezioni dell’IZSLER e Medici Veterinari della provincia di Pavia per l’identificazione morfologica e l’epidemiologia delle diverse specie di coccidi presenti nelle lepri autoctone e d’importazione.
Inoltre ha condotto studi sperimentali sulla attività di farmaci veterinari, in particolare nei confronti della prevenzione della filariosi cardiopolmonare del cane e del gatto e della filariosi sottocutanea del cane con particolare riferimento all’approntamento degli inoculi infestanti con larve di terza età ottenute in laboratorio. Nel corso di questa attività ha sviluppato e messo a punto le tecniche necessarie al mantenimento in laboratorio di colonie di culicidi e la loro infestazione sperimentale con microfilarie ottenute da cani naturalmente infestati con Dirofilaria immitis e D. repens.
L'attività scientifica è documentata da più di 120 pubblicazioni su riviste internazionali, nazionali, comunicazioni a congressi, enti internazionali, libri e capitoli di libri.

4. Direzione o partecipazione alle attività di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello nazionale o internazionale

- Dal 2000 ad oggi. Collaborazione scientifica con il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali, Università degli Studi di Napoli Federico II, per attività di ricerca nel campo delle parassitosi degli animali da compagnia e da reddito.
- Dal 2000 al 2008. Collaborazione scientifica con il Departamento de Biología Animal, Ecología, Parasitología, Edafología y Química Agrícola de la Universidad de Salamanca, per la messa a punto di un kit diagnostico per la diagnosi di Dirofilaria immitis nell’uomo.
- Dal 2002 al 2012. Collaborazione scientifica con l’Università degli Studi di Milano Bicocca, ZooPlantLab, Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze, per attività di ricerca nel campo delle parassitosi del cane e del gatto.
- Dal 2004 ad oggi. Collaborazione scientifica con il Department of Infectious Diseases, College of Veterinary Medicine, University of Georgia, Athens, United States per attività di ricerca nel campo delle parassitosi polmonari degli animali d'affezione.
- Dal 2005 ad oggi. Collaborazione scientifica con il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Sanità Pubblica, Università degli Studi di Milano, per attività di ricerca nel campo delle malattie parassitarie trasmesse da vettori.
- Dal 2006 al 2010. Collaborazione scientifica con il Scuola di Bioscienze e Biotecnologie, Università degli Studi di Camerino, per attività di ricerca nel campo dei batteri endosimbionti.
- Dal 2009 al 2016. Collaborazione scientifica con il Dipartimento di Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Sassari, per attività di ricerca nel campo delle malattie parassitarie nei cavalli, pecore e suini.
- Dal 2011 al 2012. Collaborazione scientifica con l’Université de Toulouse, INP, ENVT, France, per attività di ricerca nel campo degli insetti vettori.
- Dal 2011 al 2012. Collaborazione scientifica con la Sezione di Parassitologia Dipartimento di Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Bari, per attività di ricerca nel campo delle parassitosi polmonari degli animali d'affezione.
- Dal 2015 ad oggi. Collaborazione scientifica con la Faculty of Veterinary Medicine, University of Agricultural Sciences and Veterinary Medicine Iasi, Romania per attività di ricerca nel campo delle parassitosi polmonari del cane.

5. Responsabilità di studi e ricerche scientifiche affidati da qualificate istituzioni pubbliche o private

Ha collaborato e collabora con le maggiori ditte farmaceutiche nel campo della Medicina Veterinaria (Virbac, Merial, Bayer, Ceva, Novartis, Formenti, Chifa, Pfizer, Fort Dodge), e CRO (contract research organisation) in qualità di sperimentatore e responsabile in studi clinici, d’efficacia, prevenzione, caso controllo e sperimentazione, in prove di campo e di laboratorio, di prodotti antiparassitari ad uso Medico Veterinario.
- Studio d’efficacia di un impianto sottocutaneo di ivermectina nella prevenzione di infestazioni sostenute da Dirofilaria immitis in cani infestati naturalmente.
- Studio d’efficacia e sicurezza dell’associazione moxidectina/imidacloprid e doxiciclina nella prevenzione e trattamento di Dirofilaria immitis in cani infestati naturalmente.
- Studio epidemiologico riguardanti le infestazioni da nematodi bronco-polmonari e intestinali del cane.
- Studio clinico di campo d’efficacia, sicurezza e farmaco-resistenza di 3 formulazioni a base di ivermectina, oxfendazolo/closantel, albendazolo negli ovini.
- Studio clinico pilota multicentrico di campo per la valutazione d’efficacia e sicurezza dell’associazione milbemicina/praziquantel nel trattamento di infestazioni naturali di Aelurostrongylus abstrusus nel gatto.
- Control of clinical coccidiosis of calves due to Eimeria bovis and E. zuernii with toltrazuril.
- Study clinical efficacy of Leishmania Vaccine in dogs in an endemic area.
- Studio clinico multicentrico di campo per la valutazione d’efficacia e sicurezza del fipronil nelle infestazioni da zecche in cani infestati naturalmente.
- Studio clinico per la valutazione d’efficacia della milbemicina in associazione col praziquantel nei confronti di Thelazia callipaeda in cani e gatti infestati naturalmente.
- Studio d’efficacia della moxidectina in formulazione iniettabile nella prevenzione di Dirofilaria repens in cani infestati sperimentalmente.
- Studio d’efficacia della associazione moxidectina/imidacloprid nel controllo di Dirofilaria repens in cani infestati sperimentalmente.
- Studio d’efficacia della associazione moxidectina/imidacloprid nella prevenzione delle infestazioni sostenute da Dirofilaria repens nel cane.
- Studio d’efficacia di un impianto sottocutaneo di ivermectina nella prevenzione di infestazioni sostenute da Dirofilaria immitis in cani sperimentalmente infestati.
- Studio d’efficacia della associazione milbemicina/afoxolaner nella prevenzione della filariosi cardiopolmonare in cani infestati sperimentalmente con larve di Dirofilaria immitis.
- Studio d’efficacia della associazione milbemicina/praziquantel nella prevenzione della filariosi cardiopolmonare in gatti infestati sperimentalmente con larve di Dirofilaria immitis.
- Prove in vitro di nuove molecole efficaci nei confronti di larve infesanti di Dirofilaria immitis e D. repens.
- Studio di specificità e sensibilità di un kit immunocromatrografico per la diagnosi in clinc della filariosi cardiopolmonare del cane (Dirofilaria immitis).
- Studio di specificità e sensibilità di un kit ELISA per la diagnosi in clinc della filariosi cardiopolmonare del cane (Dirofilaria immitis).
- Studio di comparazione della specificità e sensibilità di differenti kit in clinc per la ricerca degli antigeni e anticorpi per la diagnosi della filariosi cardiopolmonare del cane e del gatto (Dirofilaria immitis).
- Studio di specificità e sensibilità di un kit immunocromatrografico per la diagnosi in clinc della filariosi cardiopolmonare del gatto (Dirofilaria immitis).
- Studio clinico per la valutazione dell’efficacia della tulatromicina nel controllo delle forme respiratorie del suino in soggetti a rischio nell’allevamento intensivo italiano.
- Studio clinico per la valutazione dell’efficacia della associazione lincomicina/spectinomicina in polvere solubile nel controllo delle forme enteriche del suino intensivo italiano.
- Studio clinico per la valutazione dell’efficacia della associazione lincomicina/spectinomicina nel controllo delle forme enteriche del suino nell’allevamento intensivo italiano.
- Valutazione dell’efficacia in campo l’efficacia dell’amoxicillina in associazione con l’acido clavulanico per via endomammaria nei confronti della cefalexina/kanamicina per via endomammaria nel trattamento delle mastiti bovine in aziende commerciali Italiane.
- Studio clinico per valutare l’efficacia dell’amoxicillina in associazione con l’acido clavulanico per via endomammaria nel trattamento delle mastiti nelle bovine da latte.
- Studio d’efficacia della tulatromicina nel trattamento della Malattia Respiratoria Bovina (BRD) in bovini da carne, associata a Mannheimia haemolytica, Pasteurella multocida, Histophilus somni e Mycoplasma bovis, con un approccio moratorio di 3 giorni, in aziende commerciali Italiane.
- Studio clinico per la valutazione dell’efficacia della permetrina in associazione con piriproxifene nel controllo delle pulci nel cane.
- Studio clinico d’efficacia di repellenza di una formulazione a base di permetrina – pyriproxifene - dinotefuran nei confronti di Aedes aegypti.
- Studio di laboratorio d’efficacia di dispositivi ad ultrasuoni nei confronti di insetti vettori.

6. Responsabilità scientifica per progetti di ricerca internazionali e nazionali, ammessi al
finanziamento sulla base di bandi competitivi che prevedano la revisione tra pari

- Dal 2007 al 2008, coordinatore del progetto “INGENIO” promosso dall’Unione Europea – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Regione Lombardia - Fondo Sociale Europeo “Sviluppo di metodi innovativi (PCR e sierologia) per la diagnostica di parassiti di interesse medico-veterinario ed agrario”.
- Dal 2017 a oggi. FIL 2016 - Fondi locali per la ricerca di Ateneo, come Responsabile Scientifico del progetto “In vitro study of the molecular mechanisms responsible for the filaricide effect of macrocyclic lactones combined with doxycycline against Dirofilaria immitis” Macro Settore LS, Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, Università di Parma.

7. Conseguimento di premi e riconoscimenti per l’attività scientifica

- Copertina di rivista dedicata con immagini prodotte da SE in Mariconti et al, Microbiology 2012 Jul;158(Pt 7):1677-83. doi: 10.1099/mic.0.057174-0
- Riconoscimento come Most-Cited Articles of July 1, 2013 per l'articolo Mariconti et al, 2012 Microbiology 158 “A study on the presence of flagella in the order Rickettsiales: the case of ‘Candidatus Midichloria mitochondrii”.
- Best poster, 3rd European EAVLD Congress – Pisa (Italy), October 12-15, 2014. Titolo poster: Are Dermacentor reticulatus and Ixodes ricinus the real reservoir of Francisella tularensis?
- Premio della Società Italiana di Diagnostica di Laboratorio Veterinaria (SIDILV) come “Riconoscimento per Attività Scientifica” per la pubblicazione internazionale: Genchi, M., Prati, P., Vicari, N., Manfredini, A., Sacchi, L., Clementi, E., Bandi, C., Epis, S., Fabbi, M.Francisella tularensis: No evidence for transovarial transmission in the tularemia tick vectors Dermacentor reticulatus and Ixodes ricinus. (2015) PLoS One. 5;10(8):e0133593. 3rd European EAVLD Congress – Pisa (Italy), October 12-15, 2014.
- Premio della Società Italiana di Diagnostica di Laboratorio Veterinaria (SIDILV) come “Riconoscimento per Attività Scientifica” per la pubblicazione internazionale: Genchi, M., Vismarra, A., Mangia, C., Faccini, S., Vicari, N., Rigamonti, S., Prati, P., Marino, A.M., Kramer, L., Fabbi, M. Lack of viable parasites in cured ‘Parma Ham’ (PDO), following experimental Toxoplasma gondii infection of pigs (2017) Food Microbiology, 66, pp. 157-164. XVII Congresso Nazionale SIDILV – Pacengo di Laziese (VR), 28-30 settembre 2016

8. Esperienze professionali caratterizzate da attività di ricerca

- Dal 2000 al 2011 è stato responsabile del mantenimento del ciclo di vita in laboratorio di Dirofilaria immitis e D. repens nel vettore competente Aedes aegypi, presso il Dipartimento di Patologia Animale, Igiene e Sanità Pubblica Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano.
- Nel 2000 ha svolto uno stage di studio e ricerca presso il Department of Infectious Diseases, College of Veterinary Medicine, University of Georgia, Athens, Georgia, USA
- Negli anni trascorsi presso il Laboratorio di Parassitologia della Facoltà di Scienze MMFFNN di Pavia (2004-2011), ha acquisito un’ottima conoscenza e capacità applicativa delle metodiche di microscopia elettronica a trasmissione (TEM), in particolare nella preparazione, allestimento e lettura al TEM dei preparati biologici.
- Ha collaborato per lungo tempo (2004-2015) con la società Arcoblu Srl per il supporto alle aziende operanti nell'ambito della salute animale, la progettazione e conduzione delle fasi cliniche del processo di registrazione di nuovi prodotti medicinali veterinari e per lo sviluppo di prodotti registrati.
- Ha collaborato con le Aziende Sanitarie Locali ASL Milano e ASL Milano 2 nell’ambito di un piano volto a monitorare i rischi parassitologici e zoonosici connessi con la fecalizzazione ambientale. Nell’ambito di questa collaborazione si è occupato di definire i principali parametri epidemiologici relativi alle infestazioni da Dirofilaria immitis e D. repens nel cane.
- Attività come revisore in numerose riviste indicizzate e con sistema di revisione tra pari: Food Microbiology, Folia Parasitologica, Helminthologia, International Journal of Food Microbiology, Italian Journal of Animal Science, Veterinary Parasitology, Veterinary Research, Parasites and Vectors.
- Dal 2011 al 2015 è stato responsabile del mantenimento del ciclo di vita in laboratorio di Trichinella spp. presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna (IZSLER) “Bruno Albertini”, Sezione Diagnostica Provinciale di Pavia.
- Dal 2012 a tutt’oggi collabora con il World Health Organization (WHO), Preventive Chemotherapy and Transmission Control (PCT), Department of Control of Neglected Tropical Diseases (NTD), di Ginevra, all’interno di un progetto che ha visto la riedizione corretta e aggiornata delle “Bench Aids for the Diagnosis of Intestinal Parasites”. Ad oggi sta collaborando con altri due colleghi stranieri alla stesura delle nuove tavole “WHO manual on parasitological method for faecal and urine specimens”.

Anno accademico di espletamento: 2019/2020

Anno accademico di espletamento: 2018/2019

Anno accademico di espletamento: 2017/2018

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Anno accademico di espletamento: 2015/2016

Docente di riferimento

Ultime pubblicazioni:

Contatti

Telefono
032872
FAX

032732