Prof.ssa

ZANARDI Franca

Professore di I fascia
Parco Area delle Scienze, 27/A 43124 PARMA
Settore scientifico disciplinare:
CHIMICA ORGANICA (CHIM/06)
  • Curriculum Vitae
  • Orario di ricevimento
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

CURRICULUM di FRANCA ZANARDI (ultimo aggiornamento Febbraio 2019)

• Consegue la Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico Statale “G. Ulivi” di Parma nel Luglio 1987 con votazione 60/60.

• Si laurea in Chimica con lode presso l’Università di Parma (1993).

• Nel triennio 1993-1996, nell'ambito del Corso di Dottorato di Ricerca in "Metodologie Chimiche per lo Studio dei Processi Biologici" (IX Ciclo), svolge la propria attività di ricerca presso il laboratorio di Sintesi Organica del Dip. Farmaceutico dell'UniPR, sotto la direzione scientifica del Prof. Giovanni Casiraghi.

• Nel Luglio 1997 consegue il titolo di Dottore di Ricerca discutendo una tesi dal titolo Ŗ-(ter-Butildimetilsilossi)furano, 2-(ter-Butildimetilsilossi)tiofene e N-(ter-Butilossicarbonil)2-(ter-Butildimetilsilossi)pirrolo, una Triade al Servizio della Sintesi: Sintesi Parallela e Combinata di Insiemi di Nucleosidi Strutturalmente Modificati".

• Il 16 Marzo 1998 assume il servizio come Ricercatore Universitario presso la Facoltà di Farmacia dell'UniPR. • Dal 1 Marzo 2002 è Professore Associato per il SSD Chim/06 presso la Facoltà di Farmacia dell'UniPR, con afferenza al Dipartimento Farmaceutico.

• Nel 2013 acquisisce l’abilitazione scientifica nazionale al ruolo di professore di prima fascia (bando 2012).

• Franca Zanardi è co-autrice di 110 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e di 2 brevetti per invenzione industriale. Tre sue pubblicazioni sono state riconosciute come citazione scientifica di eccellenza (2012, 2012, 2016). Una sua pubblicazione è stata pubblicata come “hot paper” (2015).

• E’ stata insignita del Premio alla Ricerca Scientifica “Chimica Organica per le scienze della vita” 2017 della Divisione di Chimica Organica della Società Chimica Italiana (Settembre 2017)

• E’ stata relatrice di numerose comunicazioni a convegni e conferenze nazionali ed internazionali, comprese Keynote Lectures e conferenze su invito.

• Curatrice della Edizione Italiana del testo “Identificazione spettrometrica di composti organici” condotta sull’ottava edizione Americana, Casa Editrice Ambrosiana, 2016.

• Ha svolto numerosi incarichi Istituzionali: Presidente del Corso di Laurea in Scienze Erboristiche e dei Prodotti della Salute (2007-2011) e successivamente Coordinatore corso di Laurea in Scienze Farmaceutiche Applicate (2009-2012); Presidente del Comitato Paritetico per la didattica della Facoltà di Farmacia (2003-2005); Componente della Giunta di Dipartimento Farmaceutico (dal 2006-2016); Componente del Comitato Scientifico Scienze Chimiche 103 (2008-2013); Membro del Collegio Docenti per il Corso di Dottorato in “Progettazione e Sintesi di Composti Biologicamente Attivi” dell'Università di Parma (2007-2010).

Attualmente svolge i seguenti incarichi istituzionali:

•Responsabile di Assicurazione di Qualità (RAQ) per il CdS in Farmacia (2013-presente)

•Componente GdR (Gruppo di Riesame) del CdS di Farmacia (2015-presente)

•Referente di Dipartimento per sostegno a studentesse e studenti disabili e fasce deboli, DSA e BES (1998-2012 e 2013-presente)

•Membro del collegio docenti del corso di Dottorato in “Scienze del Farmaco, delle Biomolecole e dei Prodotti per la Salute” (2011-presente).

• E’ revisore di importanti riviste chimiche internazionali quali Angew. Chem. Int. Ed., J. Med. Chem., Org. Lett., J.Org. Chem., Eur. J. Org., Bioconj. Chem., Bioorg. Med. Chem., Tetrahedron, Synlett, Adv. Synth. Catal., Org. Biomol. Chem., Org. Chem. Front., Beil. J. Org. Chem., etc.

• E’ revisore del MIUR (Reprise) per progetti Bandi PRIN, Bandi Rita Levi Montalcini. E’ revisore esterno di diverse Università italiane; partecipante al “database of independent experts for European Research and Innovation” (Programmi comunitari Horizon 2020)

• Insegnamenti: Chimica Organica I (CdLM CTF, UniPR, 1999-2014), Chimica delle Sostanze Organiche Naturali" (CdL SEPS, UniPR, 2001-2010), Sintesi Organica Avanzata (CdLM CTF, UniPR, 2004-2010 e 2013-2017), Chimica Organica Propedeutica/Chimica Organica (CdLM Farmacia, UniPR, 2011-presente).

• Coordinatore locale dei progetti PRIN ministeriali finanziati per il biennio 2008-2009, per il triennio 2011-2013, e per il triennio 2017-2020.

• Collaboratore esterno per progetto di ricerca AIRC finanziato per il quinquennio 2017-2021.

• Membro del comitato scientifico del Meeting Internazionale “Peptides and conjugates for tumor targeting, therapy and diagnosis – RiminiPeptides2018” (June 16-18, 2018).

• Membro del comitato scientifico de "The Forth China-Italy Bilateral Symposium on Organic Chemistry" IV-CISOC

Gli attuali interessi scientifici coprono le aree bio-organica e farmaceutica.

•Piccole Molecole & Nanomateriali al Servizio della Bio-medicina (Sintesi e Caratterizzazione di Costrutti Peptidomimetici Multifunzionali nella Terapia e Diagnosi del Tumore)

Obiettivo di questo filone della ricerca è la progettazione, sintesi e caratterizzazione di nuovi, versatili e modulabili ligandi peptidomimetici, contenenti per esempio la sequenza RGD, e indirizzati a specifiche sottofamiglie di recettori integrinici, per lo studio di fenomeni di riconoscimento molecolare e per le possibili applicazioni biomediche nei campi della terapia anti-angiogenesi e della veicolazione mirata di farmaci e di agenti per la diagnosi del tumore. In anni recenti, i nostri sforzi nel campo della ricerca di nuovi ligandi integrinici ha portato alla realizzazione di una serie di ligandi peptidomimetici ciclici contenenti la sequenza tripeptidica RGD e incorporanti scaffold gamma-amminoacidici a nucleo ciclopentanico (Acpca) o amminoprolinico (Amp) che hanno dimostrato di possedere elevate affinità per le integrine alfaVbeta3, alfaVbeta5 e alfa5beta1 con valori di IC50 nel range basso nanomolare. L’impiego di tali ligandi per la preparazione di coniugati covalenti con unità attive quali agenti citotossici o sonde per la diagnostica (sonde fluorescenti o unità chelanti di metalli), come pure la loro incorporazione in nanoparticelle liposomiali ha permesso di raggiungere risultati estremamente positivi. Di recente interesse sono inoltre la progettazione e sintesi di piccole molecole peptidomimetiche nonché di nanomateriali (liposomi, nanoparticelle d’oro) indirizzati in modo selettivo ad altri recettori integrinici (oltre ad alfaVbeta3) coinvolti nella progressione della malattia tumorale, nei processi infiammatori correlati con il tumore oppure nella risposta immunitaria.

•Nuove Metodologie di Sintesi Asimmetrica per l’Accesso Selettivo della Diversità Molecolare. Principale obiettivo della ricerca in questo ambito è la progettazione e sintesi di nuovi chemotipi – soprattutto di natura eterociclica – recanti siti multipli al carbonio nucleofilici ed elettrofilici ed il loro conseguente sfruttamento in reazioni di formazione di nuovi legami carbonio-carbonio in reazioni viniloghe o multiviniloghe. In anni recenti, l’applicazione del concetto di vinilogia in sintesi asimmetrica ci ha consentito l’accesso a collezioni di scaffold e target diversificati e a basso peso molecolare che includono carbazuccheri, alcaloidi, nucleosidi, amminoacidi, peptidomimetici ed eterocicli (ad esempio gamma-butenolidi, pirrolinoni, 2-ossindoli, gamma-valerolattoni, diidrocarbazoli, ecc). Pertanto, lo sfruttamento del “concetto di vinilogia” rappresenta una ottima opportunità per l’accesso selettivo alla diversità molecolare nel dominio delle molecole di rilevanza biologica e farmaceutica.

•Scoperta e applicazioni di nuovi agenti radiomarcati come mezzi di diagnosi precoce.

Obiettivo della ricerca è lo sviluppo di nuovi precursori molecolari adatti all’incorporazione di isotopi radioattivi da utilizzare per la diagnosi non invasiva di malattie neoplastiche ed eventi infiammatori ad esse correlati.

Tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì, previo appuntamento via e-mail.

Anno accademico di espletamento: 2019/2020

Anno accademico di espletamento: 2018/2019

Anno accademico di espletamento: 2017/2018

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Anno accademico di espletamento: 2015/2016

Anno accademico di espletamento: 2014/2015

Docente di riferimento

  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni FARMACIA A.A. 2019/2020
  • SCIENZE DEL FARMACO A.A. 2019/2020
  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni FARMACIA A.A. 2018/2019
  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni Farmacia A.A. 2017/2018
  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni Farmacia A.A. 2016/2017
  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni Farmacia A.A. 2015/2016
  • Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni Farmacia A.A. 2014/2015

Linee di ricerca

Gli attuali interessi scientifici coprono le aree bio-organica e farmaceutica. •Piccole Molecole & Nanomateriali al Servizio della Bio-medicina (Sintesi e Caratterizzazione di Costrutti Peptidomimetici Multifunzionali nella Terapia e Diagnosi del Tumore). Obiettivo di questo filone della ricerca è la progettazione, sintesi e caratterizzazione di nuovi, versatili e modulabili ligandi peptidomimetici, contenenti per esempio la sequenza RGD, e indirizzati a specifiche sottofamiglie di recettori integrinici, per lo studio di fenomeni di riconoscimento molecolare e per le possibili applicazioni biomediche nei campi della terapia anti-angiogenesi e della veicolazione mirata di farmaci e di agenti per la diagnosi del tumore. In anni recenti, i nostri sforzi nel campo della ricerca di nuovi ligandi integrinici ha portato alla realizzazione di una serie di ligandi peptidomimetici ciclici contenenti la sequenza tripeptidica RGD e incorporanti scaffold gamma-amminoacidici a nucleo ciclopentanico (Acpca) o amminoprolinico (Amp) che hanno dimostrato di possedere elevate affinità per le integrine alfaaVbeta3, alfaVbeta5 e alfa5beta1 con valori di IC50 nel range basso nanomolare. L’impiego di tali ligandi per la preparazione di coniugati covalenti con unità attive quali agenti citotossici o sonde per la diagnostica (sonde fluorescenti o unità chelanti di metalli), come pure la loro incorporazione in nanoparticelle liposomiali ha permesso di raggiungere risultati estremamente positivi. Di recente interesse sono inoltre la progettazione e sintesi di piccole molecole peptidomimetiche nonché di nanomateriali (liposomi, nanoparticelle d’oro) indirizzati in modo selettivo ad altri recettori integrinici (oltre ad alfaVbeta3) coinvolti nella progressione della malattia tumorale, nei processi infiammatori correlati con il tumore oppure nella risposta immunitaria. •Nuove Metodologie di Sintesi Asimmetrica per l’Accesso Selettivo della Diversità Molecolare Principale obiettivo della ricerca in questo ambito è la progettazione e sintesi di nuovi chemotipi – soprattutto di natura eterociclica – recanti siti multipli al carbonio nucleofilici ed elettrofilici ed il loro conseguente sfruttamento in reazioni di formazione di nuovi legami carbonio-carbonio o carbio-eteroatomo in reazioni viniloghe o multiviniloghe. In anni recenti, l’applicazione del concetto di vinilogia in sintesi asimmetrica ci ha consentito l’accesso a collezioni di scaffold e target diversificati e a basso peso molecolare che includono carbazuccheri, alcaloidi, nucleosidi, amminoacidi, peptidomimetici ed eterocicli (ad esempio gamma-butenolidi, pirrolinoni, 2-ossindoli, gamma-valerolattoni, diidrocarbazoli, ecc.). Pertanto, lo sfruttamento del “concetto di vinilogia” rappresenta una ottima opportunità per l’accesso selettivo alla diversità molecolare nel dominio delle molecole di rilevanza biologica e farmaceutica. •Scoperta e applicazioni di nuovi agenti radiomarcati come mezzi di diagnosi precoce. Obiettivo della ricerca è lo sviluppo di nuovi precursori molecolari adatti all’incorporazione di isotopi radioattivi da utilizzare per la diagnosi non invasiva di malattie neoplastiche ed eventi infiammatori ad esse correlati.

Ultime pubblicazioni:

Contatti

Telefono
905067
FAX

905006