Prof.

SFORZA Stefano

Professore di I fascia
Settore scientifico disciplinare:
CHIMICA ORGANICA (CHIM/06)
  • Curriculum Vitae
  • Orario di ricevimento
  • Insegnamenti
  • Incarichi
  • Ricerca

Stefano Sforza è nato a Parma nel 1969. Si laurea con lode in Chimica nel 1993 all’Università di Parma. Nel 1994 vince una borsa di Dottorato in Scienze Chimiche presso la medesima università. Durante il dottorato, nel 1996-1997, tracorre un periodo di ricerca presso l’Università di Copenhagen. Nel 1998 consegue il Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche con una tesi sulla sintesi e la proprietà di acidi peptido nucleici (PNA) chirali. Dal 1998 al 2000 è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Chimica Organica ed Industriale dell’Università di Parma. Nel 2001 è Ricercatore presso la Facoltà di Scienze e dal 2005 è Professore Associato di Chimica Organica presso la Facoltà di Agraria della stessa Università. Dal luglio 2012, in seguito alla riorganizzazione dell'Università di Parma, afferisce al Dipartimento di Scienze degli Alimenti. Nel dicembre 2015 viene nominato Professore Ordinario di Chimica Organica presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell'Università di Parma. A seguito di riorganizzazione dipartimentale, è oggi Professore Ordinario di Chimica Organica presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell'Università di Parma.
E' Delegato del Direttore di Dipartimento per la Ricerca Internazionale.
E' Rappresentante dell'Università di Parma all'interno dell' International Platform of Insects as Food and Feed.
E' Esperto Disciplinare ANVUR per l'area Chimica.
Dal 2012 al 2015 è stato Rappresentante eletto dei Professori Associati nel Senato Accademico dell'Università di Parma.
Dal 2013 al 2017 è stato Delegato del Rettore dell'Università di Parma per la Ricerca Internazionale ed Europea.
Dal 2012 al 2018 è stato visiting professor presso la Wageningen University and Research Centre a Wageningen, in Olanda.

E' titolare del corso “Chimica Organica” per il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari e del corso di “Chimica” per il corso di Laurea in Scienze Gastronomiche.
E' stato relatore di circa un centinaio di Tesi di Laurea/Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari, Chimica, Biotecnologie.
E' stato Tutore di 10 Tesi di Dottorato in Scienze e Tecnologie Alimentari e 1 Tesi di Dottorato in Scienze Chimiche, nonché cotutore di 2 Tesi di Dottorato presso l'Università di Wageningen.
E’ membro del Collegio dei Docenti per il Dottorato di Ricerca in Scienze degli Alimenti.

L'attività scientifica si svolge principalmente nei settori della Chimica Organica applicata a sistemi biologici complessi, inclusi gli alimenti.
Attualmente si occupa dello studio a livello molecolare e funzionale della frazione proteica e peptidica di peptidi in matrici alimentari complesse, dell'identificazione e delle proprietà chimiche e biologiche di allergeni alimentari, di digestione enzimatica di proteine, di applicazione di modelli di digestion gastrointestinale simulata, della caratterizzazione molecolare e funzionale di oligo- e polisaccaridi, e della caratterizzazione e valorizzazione di residui e sottoprodotti dell'industria alimentare.

Dal 2008 al 2011 è stato Scientific Manager e WP leader del progetto europeo PROSPARE (Progress in saving proteins and recovery of energy, FP7).
Nel 2010 a Stefano Sforza è stato attibuito dalla multinazionale Ajinomoto un finanziamento nell'ambito dell'"Ajinomoto Amino Acid Research Program", per investigare sull'origine dei derivati amminoacidici di origine non proteolitica nei formaggi. Nell'ambito di questo progetto Stefano Sforza è Principal Investigator ("Identification of microorganisms and condition for optimal bioproduction of gamm-glutamyl aminoacids as new flavouring agents").
E' inoltre stato responsabile scientifico nel 2011-2012 progetto di ricerca sugli allergeni del pomodoro finanziato dalla Fondazione Cariparma ("Allergia al pomodoro: aspetti clinici e molecolari").
E' stato Group Leader e WP leader per il progetto europeo NOSHAN (Sustainable production of functional feed from food waste, FP7, 2012-2016).
E' stato responsabile di unità nel progetto “Developing innovative methods for detecting emerging food allergens and evaluation of their impact on consumer health: an integrated approach (INTEGRALL)” (Ricerca Finalizzata Ministero della Salute, 2012-2015).
E' stato coordinatore del progetto "Individuazione di varietà di frumento a basso impatto su soggetti geneticamente predisposti alla celiachia per lo sviluppo di prodotti alimentari in grado di prevenirne l'insorgenza" (SMART WHEAT, POR-FESR, 2016-2018)
E' attualmente group leader e WP leader nel progetto europeo: "Direct and indirect biorefinery technologies for conversion of organic side-streams into multiple marketable products (Indirect)" (EU H2020, 2016-2019).
Inoltre è stato membro dello Scientific Advisory Board del progetto europeo "Integrated Approaches to Food Allergen and Allergy Management (iFAAM)” (EU FP7, 2013-2017)

Responsabile scientifico di numerosi contratti di ricerca firmati con Parmalat, Chiesi Farmaceutici, Consorzio del Parmigiano Reggiano, CNR, Barilla.

E' autore di circa 160 pubblicazioni su riviste internazionali presenti in banca dati ISI (con impact factor), di 11 pubblicazioni su riviste non-ISI (senza impact factor) e 22 articoli su libri ed ha attualmente un H-index pari a 40 (Google Scholar, aprile 2019). Ha curato il libro "Food Authentication using Bioorganic Molecules" (DesTEch, USA).
E' membro dell'Editorial Board della rivista scientifica Food Research International.
E' coinventore in brevetti nazionali ed internazionali sull’uso dei PNA per il trattamento del neuroblastoma.
E' inoltre autore in numerose comunicazioni orali e poster in congressi nazionali ed internazionali ed è stato premiato con il "Best Poster Award" a EuroFoodChem X (Budapest, 1999) e a EuroFoodChem XIV (Parigi, 2007)
E' stato relatore invitato ai seguenti convegni:
- 5th International Symposium on Nucleic Acids Chemistry (Tokyo, Giappone, 2007)
- 2nd Euchems Chemistry Congress (Torino, 2008)
- 5th Interdisciplinary Symposium on Biological Chirality (Brescia, 2009)
- 239th Symposium of the American Chemical Society (San Francisco, USA, 2010).
- International Conference on Industrial Biotechnology (Patiala (India, 2012)
- VLAG course on Industrial Food Proteins (Wageningen, Olanda, 2013)
- Congresso Nazionale di Chimica degli Alimenti (Cagliari, 2016)

Ogni giorno, previo appuntamento da fissare esclusivamente via mail: stefano.sforza@unipr.it

 

Anno accademico di espletamento: 2019/2020

Anno accademico di espletamento: 2018/2019

Anno accademico di espletamento: 2017/2018

Anno accademico di espletamento: 2016/2017

Anno accademico di espletamento: 2015/2016

Anno accademico di espletamento: 2014/2015

Anno accademico di espletamento: 2013/2014

Docente di riferimento

Linee di ricerca

- Studio a livello molecolare e funzionale della frazione proteica e peptidica in matrici alimentari complesse; - Identificazione delle proprietà chimiche e biologiche di allergeni alimentari; - Digestione enzimatica di proteine; - Applicazione di metodi di digestione gastrointestinale simulata; - Caratterizzazione molecolare e funzionale di oligo- e polisaccaridi; - Caratterizzazione e valorizzazione di residui e sottoprodotti dell'industria alimentare

Ultime pubblicazioni:

Contatti

Telefono
905413
Ubicazione dell'ufficio
Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco
Parco Area delle Scienze, 27/A
43124 PARMA